Ronaldo-Mayorga, cadono le accuse di stupro. E’ questa giustizia?

Gli inquirenti di Las Vegas lasciano cadere tutte le accuse della vicenda accaduta nel 2009

LA VICENDA

—   

Il caso era deflagrato nei mesi scorsi, quando “Der Spiegel” aveva tirato fuori alcuni documenti, ottenuti attraverso il sito Football Leaks, tra cui un accordo riservato stipulato nel 2009 da Ronaldo con la Mayorga per non rivelare l’accaduto dietro pagamento di 375.000 dollari.

Secondo la ricostruzione della Mayorga, all’epoca modella 25enne, sarebbe stata violentata dal calciatore in una stanza d’albergo a Las Vegas, dove il portoghese era in vacanza prima del suo passaggio dallo United al Real Madrid. Ronaldo si è sempre proclamato innocente:

Nego fermamente. Lo stupro è un crimine abominevole, contrario a tutto ciò in cui credo. Mi rifiuto di alimentare lo spettacolo mediatico creato da persone che cercano pubblicità a mie spese”.



E gli inquirenti gli hanno dato ragione.

GIUSTIZIA? e’ veramente cosi’

Cosa succederà ora alla signorina Mayorga? Cosa impedirà ad altre signorine o signorini di accusare un calciatore o un altro milionario o milionaria di uno stupro o di un altro crimine abominevole?

Funziona così quindi la giustizia. Si accusa una persona ricca. L’accusatrice o l’accusatore viene dipinto dai media come la vittima indifesa che è stata soggiogata dal cattivone di turno. Il personaggio famoso diventa in un attimo un orco cattivo, la sua carriera viene rovinata. (Kevin Spacey?) Viene additato come un mostro sui giornali, nelle televisioni, sui social.

Movimenti a difesa delle donne o dei gay o di altre rappresentanze gridano allo scandalo, si fanno pubblicità. Approfittano del momento per diventare famosi.

E poi che succede?

Si aspetta qualche anno, se si è fortunati, e tutto cade. L’accusa era una bufala. Non esistono prove. E’ stata tutta una messa in scena quindi.

Quali sono le conseguenze?

I signorini e le signorine che hanno accusato di stupro un innocente cosa rischiano?

I giornali, le tv e tutto il mondo dei media che ha dedicato prime pagine e servizi per mesi al presunto stupratore, che si sono arricchiti con programmi dagli alti ascolti, ora che si è saputo che il protagonista di quelle vicende è un innocente, come rimediano?

Ma soprattutto rimediano?

Dedicheranno lo stesso spazio alla vicenda anche ora che un innocente è stato anche dalle prove dichiarato tale?

La vera domanda però è questa:

Cosa impedisce ad una nuova signorina o signorino di accusare una persona, ricca o povera, di qualche crimine efferato solo per farsi un po’ di pubblicità, quando è certa che anche se tutto ciò che dice sono delle bugie non subirà nessuna conseguenza?

Giustizia. E’ veramente giustizia a quella che assistiamo, ogni giorno?

Quando una vera vittima di stupro denuncerà il fatto, siamo sicuri che ad un certo punto non nascerà il dubbio tra chi legge e ascolta che no si tratti solo di una bufala?